Relazioni ferrate Francia 20/01/2019 11:34 (UTC)
   
 

FERRATE  DU DIABLE

LUNGHEZZA PERCORSO: CIRCA 3,3 KM (COMPLESSIV.)

DIFFICOLTA: MD

DISLIVELLO: 200 METRI CIRCA

TEMPO NECESSARIO:  5-6 ORE (COMPLESSIV.)

ACCESSO: 

Le Vie Ferrate du Diable sono state costruite all’interno del canyon scavato dal fiume Arc, che scende dalle montagne del Parco Nazionale della Vanoise, in alta Savoia - Francia-, sotto le fortificazioni (de l’Esseillon o du Diable) fatte edificare dai Savoia tra il 1815 e il 1821 a difesa dell’accesso al Colle del Moncenisio e quindi al Piemonte. Queste gole si trovano tra gli abitati di Aussois e di La Norma. Per chi parte dall’Italia, il percorso più breve è quello che utilizza l’Autostrada A32 Torino-Bardonecchia fino all’imbocco del Tunnel autostradale del Freius. Si prosegue nel tunnel fino all’uscita in territorio francese, e da qui si continua sopra Modane, verso destra, in direzione del Colle del Moncenisio e di quello più lontano dell’Iseran. Si segue la strada nazionale RN6 per una decina di km, superando i paesi di Villarodin e diBramans fino a raggiungere la zona delle evidenti fortificazioni. Si parcheggia l’auto nell’area di sosta creata attorno alla Redoute Marie Thérèse. Qui sono disponibili bagni, acqua potabile e tavoli da pic-nic nel vicino bosco. Dal parcheggio auto partono i sentieri per i vari accessi alle vie ferrate.
Il ritorno in Italia, verso Torino, può essere effettuato secondo due itinerari:
a)- ripercorrendo a ritroso l’itinerario dell’andata fino a Modane, poi per il Tunnel del Freius e l’Autostrada A32;
b)- proseguendo sulla strada nazionale RN6 fino a Lanslebourg, dove c’è il bivio per il Colle del Moncenisio. Si segue la strada per il Colle del Moncenisio che, dopo molte svolte, raggiunge il colle a quota 2084 m, bordeggia dall’alto le sponde settentrionali del lago del Moncenisio e poi scende, con molti tornanti, in Italia, raggiungendo Susa. Qui si rientra in autostrada A32 verso Torino. Ovviamente questo percorso è possibile solo se il valico non è chiuso per neve.

DESCRIZIONE:

Considerazioni generali sui percorsi: Si tratta della più grande Via Ferrata di Francia, che è composta da 6 tronconi indipendenti; l’anello completo di vie ferrate rappresenta una lunghezza di oltre 3300 metri e la sua percorrenza è stimata dalle 5 alle 6 ore, per ferratisti esperti.
Le Vie Ferrate du Diable sono composte dai seguenti circuiti cablati:
1)- Les Angelots (Gli Angeletti) - Via Ferrata concepita per bambini (a partire dai 6 anni) purchè accompagnati da adulti. Si sviluppa in 4 tronconi che aggirano il lato est del Forte Vittorio Emanuele sotto le sue bastionate e che presentano passerelle e scale. Essi si trovano a varie altezze da terra: T1 (4 m), T2 (8 m), T3 (8 m) e T4 (12 m).
Partenza: dal Forte Vittorio Emanuele - Batterie Basse (c. m 1265 slm).
Lunghezza totale: 400 m.
Dislivello: 50 m.
Durata del percorso: da 45 min. a 1 ora e 30 min.
Difficoltà: PD
2)- Les Diablotins (I Diavoletti) - Via Ferrata concepita per bambini (a partire dai 9-10 anni) e per adulti debuttanti. Si tratta di una bella traversata su una parete scoscesa di calcare grigio, arricchita da diverse passerelle ludiche, che termina in una bocca da cannone del lato sud delle Batterie Basse del Forte Vittorio Emanuele, proprio nel punto di arrivo della Via Ferrata La Montée au Ciel.
Partenza: dal parcheggio del Forte Vittorio Emanuele (c. m 1265 slm).
Lunghezza totale: 500 m.
Dislivello: 0 m.
Altezza media da terra: c. 50 m.
Durata del percorso: da 45 min. a 1 ora e 30 min.
Difficoltà: AD
3)- Le chemin de la Vierge (Il sentiero della Vergine) - Via Ferrata molto aerea che si sviluppa sulla parete strapiombante del lato sinistro orografico del canyon del fiume Arc (da un punto della RN6 alla Redoute). Si compone di una lunga traversata (la traversée de l’Annonciation) molto aerea che taglia una parete di scisto compatto. Ci sono alcune vie di fuga verso il pianoro e il bosco soprastante. Segue una discesa (la descente de la Visitation) che sfrutta una scala molto originale. Infine si raggiunge il punto più difficile con l’impressionante risalita (le ressaut de l’Assomption) che conduce alla superba passerelle de la Vierge proprio sopra la cascata del torrente Nant. Da qui in breve si torna al parcheggio della Redoute Marie Thérèse.
Partenza: (3A)- dal parcheggio della Redoute Marie Thérèse; (3B)- dal sentiero che si snoda nel bosco in direzione di Avrieux (verso Modane).
Lunghezza totale: 1100 m.
Dislivello: 100 m in discesa e 90 m in salita.
Altezza media dall’alveo del fiume Arc: c. 150 m.
Durata del percorso: da 2 a 3 ore.
Difficoltà: D/D+/MD
4)- La traversée des Anges (La traversata degli Angeli) - Via Ferrata molto aerea che si sviluppa sulla parete strapiombante del lato sinistro orografico del canyon del fiume Arc (dalla Redoute al Pont du Diable). La prima parte (4A) si compone di una lunga traversata in discesa con diverse svolte e termina con la vertiginosa traversata dei Serafini (la traversée des Séraphins). Ci sono alcune vie di fuga verso il pianoro e il bosco soprastante. La traversata continua e diventa più difficile e atletica nella seconda parte della ferrata (4B). Una facile discesa porta ad una verticale e atletica risalita di un muro, oltre al quale si arriva rapidamente al termine della ferrata nei pressi del Pont du Diable.
Partenza: dal Belvedere della Redoute Marie Thérèse.
Lunghezza totale: 360 m.
Dislivello: 40 m in discesa.
Altezza media dall’alveo del fiume Arc: c. 100 m.
Durata del percorso: da 1 a 2 ore.
Difficoltà: AD nella prima parte; D+/MD nella seconda parte
5)- La Montée au Ciel (La salita al Cielo) - Via Ferrata molto aerea che si sviluppa sulla parete strapiombante del lato destro orografico del canyon del fiume Arc (dal Pont du Diable verso le bastionate del Forte Vittorio Emanuele). E’ la Via Ferrata più conosciuta tra quelle du Diable, essa è infatti visibile completamente dal Belvedere della Redoute Marie Thérèse. E’ anche la più alta rispetto all’alveo del fiume Arc, infatti termina a oltre 200 metri d’altezza dal fiume. La traversata, progressiva da destra verso sinistra (faccia alla parete), inizia dai pressi del Pont du Diable (sul lato del Forte Vittorio Emanuele), e diventa subito aerea e impegnativa. Si superano prima le pareti inclinate delle Rondini (les dévers des Hirondelles)e si prosegue poi sull’aerea traversa della Scaglia Staccata (l’Ecaille décollée), per terminare, con una verticale risalita, ad una bocca da cannone delle Batterie Basse del Forte Vittorio Emanuele.
Partenza: dal Pont du Diable.
Lunghezza totale: 500 m.
Dislivello: 120 m in salita.
Altezza finale dall’alveo del fiume Arc: 200 m.
Durata del percorso: da 1 a 2 ore.
Difficoltà: D+ nella prima parte; MD nella seconda parte
6)- La Descente aux Enfers et la Montée au Purgatoire (La discesa agli Inferi e la salita al Purgatorio) - Via Ferrata formata da due tronconi collegati e inscindibili che si sviluppa sulle due pareti strapiombanti (lato destro e sinistro orografico) del canyon del fiume Arc (dal Forte Vittorio Emanuele alla cascata del Nant e poi alla Redoute). Essa inizia con una discesa di circa 350 m di sentiero dalle bastionate del Forte Vittorio Emanuele, poi prosegue con una discesa su una cengia inclinata che diventa sempre più verticale, verso il fondo delle gole del fiume Arc, in direzione della passerella degli Inferi (la passerelle des Enfers), molto bassa sul fiume (ma sempre a 30 metri dal suo alveo). La discesa diventa atletica nei pressi dell’attacco della passerella. Si attraversano i 22 metri di passerella che ondeggia un poco e si tocca la parete dell’altro lato dove inizia immediatamente la risalita del Purgatorio (la Montée du Purgatoire). Il lungo traverso, da sinistra verso destra, supera una zona di quarzite, poi tocca un piccolo ripiano con alberi ed infine porta nei pressi della bella cascata del torrente Nant che getta la propria acqua (a volte gelata) nell’Arc. Si risale per lungo tratto il bordo destro (orografico) della cascata e con un tratto strapiombante si raggiunge l’uscita proprio nei pressi della passerella della Vergine (la passerelle de la Vierge) che porta all’uscita anche questa ferrata. Con un breve tratto di sentiero nel bosco, si raggiunge la Redoute Marie Thérèse e il relativo parcheggio delle auto.
Partenza: dalle Batterie Basse del Forte Vittorio Emanuele.
Lunghezza totale: 450 m più 350 m di sentieri.
Dislivello: 170 m in discesa e 120 m in salita.
Altezza media dall’alveo del fiume Arc: 100 m.
Durata del percorso: da 1 ora e 30 min a 3 ore.
Difficoltà: D+ nella prima parte; MD nella seconda parte.



 

 

 
  LA MONTAGNA
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
  VIE FERRATE EFFETTUATE
QUESTA E' UNA LISTA DI TUTTE LE FERRATE SVOLTE SULL'ARCO ALPINO E SULLE PREALPI LOMBARDE CON LA PARTECIPAZIONE DI MIO FRATELLO MAURIZIO.
IN QUALCHE OCCASIONE HO AVUTO ANCHE IL PIACERE DELLA COMPAGNIA DEI MIEI COGNATI COSTANTINO E GAETANO.

"Delle guide" Gressoney, Aosta
"Gorbeillon" Valtournenche, Aosta
"Corno Rat" Valmadrera, Lecco
"Gamma 1" ai piani d'Erna, Lecco
"Gamma 2" al Resegone, Lecco
"Corno Medale" Lecco
"Centenario CAO" Menaggio, Como
"Orrido" di Chianocco, Torino
"Orrido" di Foresto, Torino
"Ferrate" di Casto, Brescia
"Nicola Ciardelli" Roure, Torino
"Gorge" fiume Dora Riparia, prov.Torino
"Nito Staich" Oropa, Biella
"Ottorino Marangoni" Mori, trento
"Rocche del Reopasso" Crocefieschi, Genova
"Jose Angster" Gressoney, Aosta
"San Salvatore" Lugano, Svizzera
"Tridentina" Val Badia Colfosco, Bolzano
"Della Balma" Balma, Biella
"Sass Tavarac" Erba, Como
"Rocca bianca" Caprie, Torino
"Du Diable" Aussois alta Savoia, Francia
"S. Contessi" m. 2 mani, Morterone, Lecco
"Bethaz-Bovard" Valgrisenche, Aosta
"Gabi-Simplon" Gabi, Svizzera
"Emilio Detomasi" Alagna, Vercelli
"Rocca Clarì" Claviere, Torino
"Zucco Pesciola" piani di Bobbio, Lecco
"Degli Alpini" gr. Fanes ( DOL.) Cortina, (BL)
"Limbo" Oropa sport, Biella
  Pubblicitá
  NUMERI TEL. UTILI IN MONTAGNA
Forestale (CFS) -
Segnalazione incendi boschivi e
emergenza ambientale (1515)

Vigili del Fuoco (115)

Emergenza Sanitaria ed elisoccorso (118)

Previsioni meteo - www.ilmeteo.it
ci sono stati già 52849 visitatori (111338 hits) qui!
=> Vuoi anche tu una pagina web gratis? Clicca qui! <=